Insieme in preghiera davanti a Maria e all’Eucarestia

Riti di benedizione, gesti di fede

Domenica 25 aprile alle ore 11 celebriamo la Messa con la benedizione della campagna e sabato 1 maggio alle ore 11 la Messa con la benedizione degli automezzi. Questi gesti antichi esprimono la nostra fede e la nostra preghiera.

Quando Dio benedice, sempre viene assicurato il suo aiuto, annunziata la sua grazia, proclamata la sua fedeltà all’alleanza. E quando sono gli uomini a benedire, essi lodano Dio e inneggiano alla sua bontà e misericordia. Dio infatti benedice comunicando la sua bontà. Gli uomini benedicono Dio proclamando le sue lodi, rendendo a lui grazie, tributandogli il culto e la devozione” (Rituale delle benedizioni).

Due preti disponibili per le confessioni in Settimana Santa

Per il celebrare il sacramento della confessione nei giorni che precedono la Pasqua, segnaliamo queste due opportunità:

  • a Basiago (don Antonio) da lunedì 29 a venerdì 2 ogni giorno ore 14-19;
  • a Reda (don Alberto) venerdì 2 ore 8.30-11.30 e sabato 3 ore 14.30-17.30.

La confessione può essere preparata con tre semplici passi, a partire da alcune parole molto forti e coinvolgenti scritte dal profeta Isaia.

Celebrare la Pasqua nel nostro territorio

Grazie alla collaborazione dei diversi consigli pastorali, abbiamo definito un programma comune per tutte le celebrazioni pasquali della nostra unità pastorale. Un rilievo del tutto particolare hanno le celebrazioni del triduo pasquale (giovedì, venerdì, sabato santo), una vera e propria immersione sensoriale per vivere da protagonisti la Pasqua di Gesù; il triduo sarà celebrato in due chiese:

  • a Reda giovedì ore 20, venerdì ore 18, sabato ore 20;
  • a Pieve Corleto ogni giorno alle ore 20.

Il venerdì santo le due proposte non sono alternative, ma complementari: a Reda alle ore 18 ci sarà la liturgia con lettura della passione, adorazione della croce, comunione eucaristica; a Pieve Corleto alle ore 20 vivremo una via crucis all’aperto sul campo sportivo.

Dai ragazzi uno strumento per la preghiera quotidiana in quaresima

Su proposta dei ragazzi del gruppo superiori, la parrocchia ha preparato un libretto per sostenere la preghiera quotidiana durante la quaresima. Ogni giorno viene proposto un brano di vangelo, commentato da alcune parole scritte dai ragazzi, dai catechisti, dai preti e dei diaconi della zona. Non vogliamo “spiegare il vangelo”, ma condividere quanto le parole del vangelo dicono a noi, come risuonano nella nostra vita, cosa ci colpisce.

Il vangelo illumina la vita; la vita concretizza il vangelo. Una proposta rivolta a tutti, per sentirci protagonisti e “mettere in circolo” la nostra fede. Alcune copie del libretto si trovano in chiesa.

Preghiera di guarigione: celebrazione comunitaria dell’unzione degli infermi

Domenica 14 febbraio ricorre la Giornata mondiale del malato: nella chiesa di Reda alla Messa delle 11 sarà amministrato il sacramento dell’unzione degli infermi. Possono ricevere l’unzione le persone la cui salute è seriamente compromessa per malattia o vecchiaia. Per svolgere il rito in sicurezza, è necessario segnalare in anticipo la richiesta del sacramento, chiamando Maria Ossani (349 099 2487).

In questo anno segnato dalla pandemia Covid-19 la preghiera per gli ammalati è ancora più urgente e necessaria, per ricevere conforto e non perdere la speranza.

“L’esperienza della malattia ci fa sentire la nostra vulnerabilità e, nel contempo, il bisogno innato dell’altro. La condizione di creaturalità diventa ancora più nitida e sperimentiamo in maniera evidente la nostra dipendenza da Dio, perché la nostra salute non dipende dalle nostre capacità” (Papa Francesco – leggi tutto il suo messaggio).

La Messa cambia

Domenica 29 novembre ci sarà un’importante novità per la celebrazione della Messa. Inizieremo infatti ad usare il nuovo messale: la struttura della Messa rimarrà identica, ma molte preghiere saranno cambiate, per essere ancora più fedeli ai testi biblici e della tradizione. Ci vorranno mesi o forse anni per scoprire la ricchezza e la portata di questo cambiamento: il modo di pregare esprime infatti il modo in cui si crede.

La maggior parte dei cambiamenti riguardano le parti lette dal prete soltanto. Alcune invece dovremo imparare a dirle tutte insieme: ecco le modifiche che interessano tutti e che dovremo imparare a dire insieme.

  • Confesso: per due volte in questa preghiera si inserisce il riferimento “fratelli e sorelle” al posto della sola parola “fratelli”.
  • Signore pietà: questa litania sarà ora fatta in greco, con le antiche parole “Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie eleison”.
  • Gloria: con una traduzione più fedele al vangelo, diremo “pace in terra agli uomini amati dal Signore”, non più agli uomini “di buona volontà”.
  • Padre nostro: le modifiche nella parte finale della preghiera del Signore sono due, “come anche noi li rimettiamo” e “non ci abbandonare alla tentazione”.

Un breve video ci accompagna alla scoperta di queste novità.

Rosario nel mese di ottobre

In parrocchia preghiamo il rosario tutti i giorni di ottobre (tranne domenica 25) alle ore 19.30. Fino a domenica 11 la preghiera è nella chiesa di Reda. Da lunedì 12 invece è nella chiesa di Saldino.

Viviamo in questo modo il mese di ottobre come mese del rosario! Oltre alle intenzioni personali di ciascuno, ci ricordiamo di pregare per l’opera dei missionari nel mondo e per l’ordinazione diaconale di Emanuele Casadio, nostro parrocchiano.

Messe in tempo di Covid

Visti gli attuali protocolli diocesani che richiedono di igienizzare la chiesa dopo ogni celebrazione e considerando che non sarà possibile procedere ad oltranza con le celebrazioni all’aperto, il consiglio pastorale ha deciso che da lunedì 12 ottobre le Messe feriali (dal lunedì al venerdì, ore 20) saranno celebrate nella chiesa di Saldino; le Messe festive (domenica mattina e domenica sera) saranno celebrate nella chiesa di Reda.

Al termine della Messa sarà chiesto ai presenti un aiuto per igienizzare le panche.

In preghiera con padre Daniele