Attività Caritas sul nostro territorio in questo anno critico

La Caritas della nostra unità pastorale opera con una dozzina di volontari impegnati in vari fronti. L’attività che da subito è stata attivata è quella della distribuzione di viveri offerti dal Banco Alimentare. Anche quest’anno abbiamo potuto continuare, con i dovuti accorgimenti, sia a recarci ad Imola a prelevare i viveri, sia a distribuirli ai nostri assistiti. I viveri raccolti a fine anno scorso nelle nostre parrocchie grazie alla generosità di molti nostri fratelli ci hanno aiutato ad “arrotondare” la distribuzione in momenti un po’ critici; ora nel nostro magazzino sono rimaste poche riserve, ma siamo convinti che dopo la Colletta Alimentare 2020 riceveremo viveri straordinari dal Banco Alcune parrocchie hanno anche dato dei contributi economici; vogliamo ringraziare tutti ed ognuno.

La saletta per gli ascolti all’interno della nostra sede

Il gruppo degli ascolti in quest’anno ha acquisito una buona esperienza e una stabile regolarità nell’incontrare i nostri assistiti. Con la presenza, fra i nostri volontari, di persone professionalmente abituate a muoversi fra i bisogni dei deboli, la cura delle persone che si rivolgono a noi si è ampliata a nuovi aspetti: ricerca del lavoro, verifiche sanitarie, formazione e altre attività, accrescendo la collaborazione con la rete di servizi sociali del Comune ed altre associazioni. Abbiamo potuto aiutare molte persone con affitti, bollette, canoni. Stiamo ragionando sulla possibilità di utilizzare le canoniche vuote delle nostre chiese per bisogni di alloggio dei più deboli, in modo più o meno temporaneo. Un nostro volontario sta realizzando corsi di lingua italiana e matematica ad alcune persone che abbiamo incontrato.

Ci piace ricordare come siamo partiti e renderci conto della strada fatta fin qui: tutto iniziò nel 2018 con molti incontri di formazione mensili, senza “fare” apparentemente nulla, facendoci per questo perdere anche qualche amico per la strada. Poi la partenza con i viveri, quasi meccanica, coscienti di dare una aiuto concreto, ma con una scarsa conoscenza delle persone che incontravamo. Fino a quest’anno, in cui finalmente le competenze e le disponibilità dei singoli volontari hanno prodotto servizi specifici, per una cura sempre più efficace, ma anche umana, delle persone che incontriamo. Crediamo che su questa base consolidata siamo pronti ad integrare nuove capacità, nuove idee, e per questo lanciamo l’invito a chi volesse mettersi in gioco di contattare don Alberto per valutare insieme a lui quali opportunità ci possano essere.

Gruppo Caritas – novembre 2020

L’ingresso della sede Caritas nella canonica di San Giovannino

Colletta alimentare: dona cibo a chi ne ha bisogno

Quest’anno la giornata nazionale per la colletta alimentare si dilata, durerà infatti 18 giorni: dal 21 novembre all’8 dicembre sarà possibile regalare cibo alle persone che ne hanno bisogno. Nel rispetto delle normative anti-Covid, non ci saranno volontari agli ingressi dei supermercati e non si potrà acquistare il cibo prendendolo direttamente dagli scaffali.

Chi desidera aderire all’iniziativa può acquistare alla cassa del supermercato un voucher del valore di 2, 5, 10 euro. Il supermercato convertirà l’importo dei voucher in cibo che sarà donato agli enti caritativi; gli enti caritativi a loro volta faranno arrivare le derrate alimentari alle famiglie assistite.

Il nostro territorio è coinvolto da vicino: a Reda aderisce all’iniziativa il supermercato Conad City di Maris Calderoni. La Caritas della nostra unità pastorale riceverà il cibo da distribuire ai bisognosi del territorio.

Paolo Cevoli ci spiega la colletta alimentare 2020

Dona un libro ai bimbi della nostra scuola

Grazie all’iniziativa nazionale #IOLEGGOPERCHÉ puoi aiutarci ad ampliare la biblioteca della scuola dell’infanzia parrocchiale “Sorriso di Maria”. Da sabato 21 a domenica 29 novembre puoi acquistare e regalarci nuovi libri presso due librerie di Faenza: Mellops e Libreria Moby Dick. Le librerie hanno già una lista di libri che ci piacerebbe avere. Potete spargere la voce ad amici e parenti: per qualsiasi dubbio non esitate a chiedere, contattando direttamente la nostra scuola (sorrisodimaria@gmail.com – 0546 639092 – questo numero è anche su Whatsapp). Il progetto #IOLEGGOPERCHÉ 2020 sarà “a prova di Covid-19”: per agevolare le donazioni e garantire la meccanica dell’iniziativa in questo anno particolare, le librerie dispongono anche di modalità di acquisto a distanza, così da evitare situazioni di assembramento; il pagamento si potrà fare attraverso Satispay, Bonifico e Paypal.

Mellops: come fare?
In libreria
: andate in libreria e scegliete un libro, procedete all’acquisto e, se lo desiderate, lasciate una dedica che resterà su un adesivo all’interno del libro. Affidate il vostro libro al libraio che lo consegnerà alla scuola.
Da casa: contattate la libreria (telefono: 0546 668406 – cellulare o whatsapp: 335 1405838 – messaggio Facebook: mellopsfaenza – email: info@mellops.it), indicando il nome della scuola a cui vorreste donare il libro. Chiedete le foto della nostra selezione oppure l’elenco dei titoli fornito dalla scuola; in alternativa affidate la scelta al libraio, che vi invierà la foto del libro selezionato. Indicate il nome di chi fa la donazione, per compilare la dedica che accompagnerà il libro. Effettuate il pagamento tramite satispay, bonifico, carta del docente.
Informazioni: 0546 668406 – 335 1405838 (Nicoletta Fiumi) – corso Mazzini 52/8.

Moby Dick: come fare?
La libreria Moby Dick applicherà uno sconto del 5% su tutti i libri acquistati nell’ambito dell’iniziativa #IOLEGGOPERCHÉ 2020 (ad eccezione dei volumi eventualmente già in offerta). Vista la situazione legata all’emergenza sanitaria in corso, le donazioni potranno essere effettuate anche a distanza tramite le seguenti modalità: email: info@libreriamobydick.net – telefono: 0546663605 – whatsapp: 3429161823 (solo messaggi) – messaggio Facebok: libreriamobydick. Il pagamento potrà essere effettuato tramite satispay, paypal o bonifico bancario alle coordinate che verranno comunicate.
Informazioni: orario lunedì 15-19, dal martedì al sabato 9-13 e 15–19 – via XX settembre 3/8.

La Messa cambia

Domenica 29 novembre ci sarà un’importante novità per la celebrazione della Messa. Inizieremo infatti ad usare il nuovo messale: la struttura della Messa rimarrà identica, ma molte preghiere saranno cambiate, per essere ancora più fedeli ai testi biblici e della tradizione. Ci vorranno mesi o forse anni per scoprire la ricchezza e la portata di questo cambiamento: il modo di pregare esprime infatti il modo in cui si crede.

La maggior parte dei cambiamenti riguardano le parti lette dal prete soltanto. Alcune invece dovremo imparare a dirle tutte insieme: ecco le modifiche che interessano tutti e che dovremo imparare a dire insieme.

  • Confesso: per due volte in questa preghiera si inserisce il riferimento “fratelli e sorelle” al posto della sola parola “fratelli”.
  • Signore pietà: questa litania sarà ora fatta in greco, con le antiche parole “Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie eleison”.
  • Gloria: con una traduzione più fedele al vangelo, diremo “pace in terra agli uomini amati dal Signore”, non più agli uomini “di buona volontà”.
  • Padre nostro: le modifiche nella parte finale della preghiera del Signore sono due, “come anche noi li rimettiamo” e “non ci abbandonare alla tentazione”.

Un breve video ci accompagna alla scoperta di queste novità.

Festa della famiglia: un video celebrativo

Il 15 novembre 2020 la nostra parrocchia ha festeggiato tutte le famiglie, con un ricordo particolare per le coppie che nel 2020 hanno celebrato una ricorrenza (50 anni, 25 anni, 10 anni di matrimonio) e per chi si è sposato nell’anno. Questo video presenta le foto di nozze delle coppie festeggiate, inserite nel contesto del periodo con alcuni riferimenti storici e culturali di quegli anni.

 

Solennità dei santi e dei morti

Don Marco Donati e don Emanuele Casadio

La ricorrenza dei Santi e dei Defunti si arricchisce quest’anno in modo particolare per la nostra parrocchia, perché saranno presenti con noi le due “primizie” del presbiterio diocesano: don Marco Donati, diventato prete il 5 settembre, e don Emanuele Casadio, ordinato diacono il 25 ottobre.

Solennità di tutti i Santi – domenica 1 novembre: ore 11 S. Messa con omelia di don Emanuele; ore 18 S. Messa.

Commemorazione dei defunti – sabato 2 novembre: ore 7 S. Messa in chiesa a Reda; ore 14.30 S. Messa al cimitero di Saldino; ore 15.30 S. Messa celebrata da don Marco al cimitero di Reda.

Emanuele Casadio diventa diacono

Il giovane Emanuele Casadio, originario della nostra parrocchia, ha concluso il percorso di formazione in seminario e domenica 25 ottobre sarà ordinato diacono. Il diaconato è una scelta di vita permanente ed è un passaggio obbligato per diventare sacerdote.

L’ordinazione, presieduta dal vescovo Toso, sarà all’aperto nel cortile del seminario diocesano. Quel giorno in parrocchia non verrà celebrata la Messa vespertina della domenica (l’unica Messa in parrocchia sarà alle ore 11).

 

I dieci comandamenti: un percorso di rinascita per giovani e adulti

Il percorso è rimandato a data da destinarsi causa Covid.

Rosario nel mese di ottobre

In parrocchia preghiamo il rosario tutti i giorni di ottobre (tranne domenica 25) alle ore 19.30. Fino a domenica 11 la preghiera è nella chiesa di Reda. Da lunedì 12 invece è nella chiesa di Saldino.

Viviamo in questo modo il mese di ottobre come mese del rosario! Oltre alle intenzioni personali di ciascuno, ci ricordiamo di pregare per l’opera dei missionari nel mondo e per l’ordinazione diaconale di Emanuele Casadio, nostro parrocchiano.

Formazione su “Laudato si”

Domenica 4 ottobre la parrocchia invita tutti ad una giornata di formazione a partire dall’enciclica “Laudato si” di Papa Francesco.