Rosario quotidiano contro il coronavirus

Da giovedì 12 marzo a venerdì 3 aprile 2020 ogni giorno alle ore 19 davanti all’altare della Beata Vergine delle Grazie in cattedrale i parroci della città di Faenza guideranno una preghiera di supplica a Maria contro il coronavirus e tutte le malattie. Il rosario sarà a porte chiuse: i fedeli sono invitati a unirsi spiritualmente dalle proprie case.

  • Scarica il sussidio di preghiera.
  • La preghiera sarà trasmessa in diretta televisiva sul canale 210 del digitale terrestre.

Coronavirus: disposizioni 6 marzo

I vescovi della Regione Emilia-Romagna hanno deciso di sospendere ogni celebrazione della Messa per domenica 8 marzo. Le chiese rimarranno aperte per permettere la preghiera personale e il dialogo con i preti. Viene incoraggiata la preghiera nelle famiglie e nelle case

Tutta la diocesi in preghiera contro il coronavirus

Il vescovo Toso propone a tutta la diocesi un triduo di preghiera alla Beata Vergine delle Grazie contro il coronavirus ed ogni malattia: giovedì 5, venerdì 6, sabato 7 marzo ore 20.45 reciterà il rosario nella cappella della Madonna in cattedrale.

La preghiera sarà fatta a porte chiuse: in fedeli sono invitati ad unirsi pregando nelle proprie case o seguendo la diretta streaming su Youtube (Sinodo dei Giovani – Faenza) o Facebook (GVFaenzaModigliana).

Preghiera in famiglia per le Ceneri

Visto il divieto di celebrare la Messa in questi giorni, siamo invitati a riscoprire la preghiera in famiglia:

  • sul tavolino in fondo alla chiesa ci sono i foglietti con le letture del mercoledì delle ceneri (26 febbraio) e della prima domenica di quaresima (1 marzo): possono essere presi liberamente e portati a casa per la preghiera;
  • per una preghiera famigliare nel mercoledì delle ceneri si può anche usare questo schema.

Dalla cenere alla vita

Mercoledì 26 febbraio inizia il tempo di quaresima (S. Messa ore 20), un percorso di fede durante il quale la Chiesa ci prende per mano e ci accompagna domenica dopo domenica fino alla Pasqua.

Quest’anno nella solenne veglia pasquale del sabato santo (11 aprile) la nostra comunità celebrerà il battesimo di due bambine: il cammino inizia così con il rito penitenziale delle ceneri e culmina con l’acqua benedetta del battesimo. Mentre la vita biologica parte dall’acqua dell’utero e corre inesorabilmente verso la cenere della morte, secondo la logica del logoramento progressivo, la vita di fede fa il percorso contrario: c’è subito qualcosa da lasciare e da distruggere, perché poi la rinascita come figli di Dio rimanga per sempre, aprendoci all’eternità.

Unzione degli infermi: un sacramento di guarigione

L’unzione degli infermi è un sacramento di guarigione, per chiedere a Dio aiuto e sollievo nel tempo della malattia e della vecchiaia. Può essere ricevuto dalle persone ammalate, da chi è seriamente indebolito dal passare degli anni, da chi deve subire un difficile intervento; la celebrazione può essere ripetuta quando la malattia si aggrava e quando perdura lungamente nel tempo.

In parrocchia ci saranno due celebrazioni comunitarie di questo sacramento in occasione della prossima Giornata mondiale del malato:

  • domenica 9 febbraio ore 11 in chiesa;
  • lunedì 10 febbraio ore 15.30 in Casa Betty.

Per organizzare al meglio, chi desidera ricevere questo sacramento avvisi in anticipo (Maria Ossani – 349 099 2487).

Adorazione eucaristica 6 febbraio

Celebrazioni per il Natale

famiglia

Domenica 22: ore 11 Messa e benedizione delle statuine di Gesù bambino per i presepi. Porta con te la tua statuina!

Martedì 24: ore 10-12 confessioni; ore 15-18 confessioni; ore 23 Messa della notte di Natale.

Mercoledì 25: ore 9.30 Messa (Saldino); ore 11 Messa; ore 18 Messa.

Giovedì 26: ore 11 Messa.

Un avvento di riconciliazione

Nel tempo di avvento, il nostro vicariato organizza 5 serate nelle 5 unità pastorali per celebrare il sacramento della confessione: a Reda diversi preti saranno disponibili in chiesa venerdì 13 dicembre alle ore 20.30.

Adorazione eucaristica 5 dicembre